Good Friends Great Life

Era da un po’ che volevo iniziare questo progetto, avevo anche già scelto le foto, ma mai il tempo di attuarlo. Anche perchè diciamocelo, vogliamo fare sempre più cose di quante se ne possano effettivamente fare.

Inoltre prima di buttarmi in questo progetto, mi sono documentata e ho studiato visto che per me è un nuovo formato.

Ho deciso di iniziare un Traveler Note, in una modalità tutta mia. Solitamente questo formato viene utilizzato per raccontare “a caldo” attraverso istantanee, schizzi e memorabilia un viaggio o una gita. Da qui il formato tascabile, il tutto per congelare nel tempo le sensaioni che si stanno vivendo in quel momento, cosa che un po’ si perde scrappando una foto dopo un po’ di tempo. Non avendo la costanza e l’attrezzatura per fare una cosa del genere ho deciso di scrappare almeno una foto per ogni mese dell’anno, poi se me ne scappano d più meglio  😉 , una foto rappresentativa per quel mese e raccontare il mio viaggio attraverso il 2018. Magari poi col senno di poi deciderò di aggiungere foto particolarmente significative per me indipendentemente dal fattore temporale.

Ho iniziato dall’inizio, cioè da gennaio. Per ricordare questo mese ho scelto una foto (difficilissima la scelta) che rappresenta il mio primo meeting ASI in trasferta, con ASI Liguria. Cogliendo due piccioni con una fava, con tutta la famiglia siamo andati a trovare dei nostri carissimi amici. Questa foto ritrae me, mia cognata, la teacher Francesca Montorio e la mia amica Roberta.

La difficoltà di questo tipo di progetto è la capacità di gestire lo spazio ristretto e dosare gli spessori (cosa di cui io faccio ampio uso!!!). ho optato quindi per questa soluzione che vede una facciata interamente ricoperta di carta scrap, con l’aggiunta di qualche timbrata per non renderla monotona e la seconda pagina, con la foto, che richiama la prima attraverso la mattatura e i colori delle timbrate. Non può mancare una tag infilata sul retro della foto con il journaling, dove racconto le emozioni piuttosto che la gita!

Pian piano procederò mettendomi in pari con i mesi 😉 E voi avete mai provato questo formato?

Alla prossima

Gelsomina

 

Un LO per me

Nell’ultimo periodo sono stata improduttiva ma non inattiva. Infatti ho “studiato” molto attraverso internet e youtube. Ho avuto anche la possibilità di seguire un webinar di una scrapper russa che mi piace moltissimo, Elena Morgun. Dove non ho capito una parola (era in russo) ma dove venivano illustrati molto bene prodotti e passaggi. Quindi mi sono voluta mettere alla prova e ho deciso di realizzare il mio LO.

Sono stata poco temeraria nel senso  che no ho stravolto lo sketck di partenza ma mi ci sono attenuta, cercando di accostare ed armonizzare carte di collezioni differenti (questo è la mia più grande difficoltà!!), prometto che però sarò sempre più audace. Ebbene eccovi il mio risultato:

Di seguito qualche altra foto:

Spero abbia dato anche a voi l’ispirazione per provarci, o quantomeno la voglia di uscire dalla propria confort zone.

Attenzione: I LO possono provocare dipendenza!!!!

A presto

Gelsomina

Follow your Heart

La mia assenza è dovuta alla mia mancata produttività, che a sua volta è dovuta al caldo. Già l’istinto di sopravvivenza offusca la mia creatività. Ma l’altra sera complice un temporale estivo sono riuscita a fare qualcosa in occasione della sfida mensile del blog ASI. La sfida consiste nell’interpretazione di uno sketch ed io l’ho interpretato realizzando questa card.

La base è un Bazzill Lagoon, poi su un Bazzill bianco ho realizzato delle macchie e delle timbrate con i Distress ink Peackock Faethers e  Evergreen Bough. ho sovrapposto due avanzi di carta in tinta (Wildflower di Kaisercraft) inserendo uno spessore per creare tridimensionalità.

Dei fiori, stickers, etichette e sentiment completano la card.

Alla prossima e Buone Vacanze

Gelsomina

 

Mini In Valigia

Avete preparato le valige?? Le ferie sono ancora lontane? Bhè entriamo comunque nel mood vacanze! Per prepararmi psicologicamente alle vacanze ormai imminenti ho letteralmente fatto le valigie anche nello scrap side della mia vita. No, non ho preparato ancora la borsa della scrapper in trasferta, ma ho preparato una valigia per contenere gli scatti di questa estate, o comunque di alcune giornate particolari che la caratterizzeranno!!

Questa valigetta seppur piccola, contiene due mini album:

Per realizzare questo progetto ho utilizzato le nuovissime carte Scrapmir arrivate nello shop; vi lascio a qualche dettaglio:

Date le carte impegnative ho preferito uno stile più semplice e pulito, anche se poi ho voluto sperimentare un effetto pop-up

Che ne dite vi piace? Vi piacerebbe realizzarlo con me?

Niente di più semplice, domenica 8 luglio, in collaborazione con Sognando Scrap, realizzeremo insieme questo coloratissimo progetto, potrete scegliere il kit di carte da utilizzare tra menta (quello usato nel prototipo) e rosa.

Ci incontreremo a Roma in zona Tuscolana per trascorrere insieme un divertente pomeriggio scrapposo. Se ne volete sapere di più, info costi o prenotazione kit non esitate a contattarmi gelsomina@romanticherie.it

A domenica!!!

Gelsomina

BOM: Carta d’Identità Creativa

Da un po’ ho iniziato un percorso personale per trovare serenità attraverso il potenziale creativo che è insito in ciascuno di noi, questo cammino è guidato dal Book of Me, scritto dalla mia amica creativa Rosy Mercurio.

Non so dove mi porterà questo cammino ma sicuramente la sola idea di seguirlo è stimolante. Il percorso non è una mera descrizione di cosa si dovrebbe o potrebbe ma è effettivamente costellato di esercizi creativi che ci spingono a guardarci allo specchio e capire chi siamo veramente o comunque come percepiamo noi stessi.

Oggi vi mostro il secondo esercizio richiesto, redigere la propria carta d’identità creativa scegliendo una foto che ci rappresenti veramente aldilà dell’estetica della foto.

Io ho scelto di decorare la mia carta d’identità creativa usando avanzi di carte scrap collezionate nel tempo. Per l’occasione ho scelto decorazioni il cui colore predominante è il rosa.

Ovviamente il tutto montato con spessori visto che la tridimensionalità non può mancare nei miei lavori.

Continuerò a raccontarvi il mio percorso nella speranza che sia di ispirazione anche per voi.

Gelsomina

Make Your own path

In rete ho visto bellissimi album le cui copertine sono delle vere e proprie porte, e prima di cimentarmi nella loro realizzazione ho voluto realizzare un piccolo prototipo diventato poi una card.

Ho simulato la bugna della porta ritagliando da un pezzo di cartoncino gli elementi sporgenti. Poi usando un vecchio pennello con le setole dure e spampanate ho steso del gesso creando delle striatura a verso. Una volta asciutto ho dipinto i vari elementi con colori acrilici che ho sfumato tra di loro con la tecnica bagnato su bagnato. Ho usato grigio Tortora, lilla e violetto. Ho evidenziato i solchi strofinando un po’ di bianco.

Ho quindi timbrato i fiori (fleurs en boutons di Florileges Design) con archival ink nero su cartoncino liscio bianco e su vellum. Ho colorato i fiori con gli stessi colori usati per la porta sovrapponendo vari strati di colore dal più diluito al più denso.

Ho quindi ritagliato e creato la composizione

Come tocco finale ho simulato toppa è chiave modificando alcuni charm. Qualche spruzzata di nero e di bianco completano l’effetto.

Spero di avervi ispirato e presto inizierò la realizzazione dell’album di cui vi parlavo all’inizio.

A presto

Gelsomina

Enjoy everyday Enjoy life

Dopo tanto eccomi di nuovo alle prese con una card!

E’ stato molto rilassante prepararla perchè l’ho realizzata con la mia tecnica preferita, col mixed media, nello specifico pasticciando con i colori!!

Ogni elemento della card era in origine un cartoncino bianco!!

Come ho fatto? Facile!! Allora ho preso un cartoncino liscio, su questo ho sparso i pigmenti idrosolubili Magical Shaker. Ho usato Afternoon Delight Denim, Time Travel Teal e Cowabunga Copper. Li ho attivati sprizzando dell’acqua e poi ho fatto colare i colori amalgamandoli tra loro muovendo il cartoncino. Ho quindi asciugato con l’embosser e assorbito l’eccesso d’acqua con un fazzoletto.

Ho timbrato quà e là con dell’Archival nero usando il nuovo timbro Mini texte mouchete di Florileges, il timbro Poit avec des point di Carabelle ed il tappo di una bottiglina. Ho quindi iniziato a preparare il sentiment, timbrandolo ed embossandolo a caldo con la polvere trasparente della NUVO. Poi ho diluito del pigmento Afternoon Delight Denim e colorato tutto il cartoncino lasciando così la scritta evidente. L’ho poi fustellata con a cerchio, mantenendo il negativo. Ho tagliato un altro cerchio dal vellum, e ho fustellato un foglietto con la fustella notepad di Kaisercraft.

Ho quindi fatto delle timbrate usando il timbro di florileges feuillage Esquisè con inchiostro blu le ho ritagliate. Infine ho costruito il cluster usando degli spessori per conferire tridimensionalità. Per rendere il fondo piò unteressante ho steso con una spatolina del gesso bianco in alcuni punti, Ho schizzato il tutto con acquerello blu ed uniposca bianco; infine ho aggiunto qualche elemento in acrilico e degli enamel.

Trovate tutti i prodotti elencati su http://www.romanticherie.it .

Spero di avervi ispirato!

A presto

Gelsomina