Lezione 3: Rilegature

Ciao a tutti e bentrovati a questa nostra breve lezione di scrapbooking. Stavolta non vi parlerò di prodotti ma di Rilegature. Faremo una carrellata tra i vari tipo di rilegatura (i più diffusi) in modo da avere sotto mano un suggeritore per i nostri progetti.

 

Riassumendo,  possiamo dividere i tipi di rilegatura in 2 famiglie:

  • che prevedono l’ausilio di componenti ad hoc
  • che si basano dell’ausilio della sola carta

Ma quale è meglio scegliere? Beh dipende dall’album che volete realizzare, da quante pagine deve contenere, che tipo di decorazione farete (e quindi che spessore avrà).

Sicuramente i più versatili sono i meccanismi ad anelli meglio se anelli liberi, se l’album è troppo grande si sostituisce facilmente. Altrimenti la cosa migliore è farsi un’idea delle rilegatura che si vuole adottare, fare le pagine ed infine costruire la rilegatura più adatta alle pagine che si è realizzato. Così si avrà da subito la corretta dimensione dello spessore dell’album e delle decorazioni così da calibrare opportunamente la rilegatura scelta.

 

Spero di esservi stata d’aiuto

 

 

Summer 2019

Oggi vi presento un layout che può essere reinterpretato in mille modi diversi, complicandosi la vita come ho fatto io creando tessere complesse o stravaganti, oppure portarlo a linee più semplici. L’idea di questo layout parte da un’iniziativa spontanea nel gruppo facebook Scrappiamo Insieme  e l’entusiasmo delle partecipanti e la versatilità del layout mi hanno convinta a provare.

Questo sketch si presta anche per l’utilizzo dei mille mila ritagli di carta che si accumulano nelle nostre scrap room.

Per la realizzazione di questo layout ho scelto di inserire tre foto che riassumono la mia vacanza. Poi ho utilizzato:

Molto pazientemente ho cucito tutti i riquadri, vi lascio a foto di dettaglio sperando che vi siano di ispirazione:

   

 

Buon divertimento ed alla prossima

Gelsomina

Lezione 2: Paste, Mousse e Gel

Oggi vorrei parlarvi di Paste, Mousse e Gel. Questi sono prodotti a base d’acqua utilizzati tipicamente per realizzare texture ed effetti 3D.

 

La differenza principale tra questi prodotti è la consistenza, esistono in diverse colorazioni e diverse granularità.

Le paste sono morbide e consistenti, come il dentifricio, tendono a mantenere la forma che viene data loro. Tipicamente la paste è liscia ma ne esistono diverse versioni con all’interno sabbie di diversa granularità che gli conferiscono effetti particolari, vengono denominate Pasta neve o Pasta sabbiata a seconda della dimensione delle particelle. Con le paste di ottengono immagini più definite usate con lo stencil, in quanto morbide ma non liquide. Alcune marche propongono le paste anche in nero o trasparenti. Sia quelle bianche che quelle trasparenti possono essere colorate miscelandole con colori a base d’acqua o pigmenti idrosolubili.

Le mousse hanno un aspetto più morbido e gonfio. La loro consistenza è la motivazione per cui molto spesso si trovano colorate con colorazioni metallizzate, questo perchè la consistenza fà si che i pigmenti che determinano gli effetti di luce non si separino dal resto del composto, anche per questo hanno effetti splendidi anche su fondi scuri. Anche le mousse hanno un aspetto definito e nitido con lo stencil, inoltre possono essere stesi sulle superfici sia con le dita che a pennello, talvolta diluiti con un po’ d’acqua.

Infine abbiamo i Gel, sono tipicamente trasparenti con la consistenza gelatinosa. I gel che si usano per le texture sono i gel medium.  Questi nascono in realtà per un altro scopo deducibile da nome stesso “medium”. Infatti si utilizzano per isolare i vari strati di colore in un lavoro, per evitare che le varie sovrapposizioni si mescolino tra di loro compromettendo il lavoro.

Sul mercato esistono molte case che le producono e molte categorie di prezzo, questo perchè è un prodotto utilizzato nello scrap ma anche in altre tecniche decorative sia a livello amatoriale che a livello professionale. i prodotti possono essere applicati con le spatole, i pennelli in silicone o anche con vecchie carte di credito. Si possono ottenere effetti particolari con l’uso di appositi applicatori oppure utilizzando attrezzi di uso quotidiano come i pettini i seghetti di plastica delle pellicole che permettono di realizzare solchi e righe di diverse grandezze.

Di seguito la foto con le diverse prove:

Per oggi è tutto,

alla prossima

Gelsomina

You & me BFF

Ciao

ho mandato il Dream Team in ferie quindi sarò io, Gelsomina, ad intrattenervi questo mese, tanto per non farvi perdere l’abitudine. Quello che vi presento oggi è un LO, non difficile da replicare ma che richiede taaaanta pazienza. L’ho voluto dedicare ad un’amicizia nata per caso, prima era solo una collaborazione professionale ma poi ci siamo trovate anche umanamente e le voglio un gran bene.

Non ho fatto foto passo passo ma come vi ho anticipato è veramente semplice da realizzare.

Innanzitutto ho usato come base un bazzil bianco canvas, poi ho preso un foglio i cui colori richiamassero quelli della foto, qui ho usato Smooch di Crate Paper della collezione Main Squeeze.

Ho diviso il foglio lungo la diagonale che va dall’angolo in alto a destra a quello on basso a sinistra. la metà di sinistra l’ho girata in modo da vederne il retro e le ho sovrapposte ruotandole leggermente i modo da creare i due triangoli colorati che portano la vista al punto focale del LO. Con l’aiuto di word ho stampato su carta un & nel font che più mi piaceva e della grandezza di circa 18 cm e l’ho ritagliata in modo da avere un cartamodello. Quindi ho provato la composizione. Una volta trovata la giusta sistemzaione ho fissato le carte con qualche goccia di colla Nuvo Deluxe  , è segnato il contorno della & con una matita. Ho cucito lungo i triangoli poi con un ago ho fatto tanti buchi lungo la & in modo da poterla poi cucire a mano (non sono tanto brava con la macchina per cucire!!!).

Da un foglio di vellum ho ricavato la mattatura della foto e una volta posizionata ho segnato con la matita la posizione. Quindi con l’aiuto di un pezzo di acetato e il distress Oxide Peacock Feathers  e lo Spun Sugar ho sporcato la parte sottostante la foto. Ho aggiunto qualche timbrata usando questi due colori ed il Distress Ink Worn Lipstick con i timbri per sfondi di Florileges Designs Texture2.

Ho aggiunto qualche timbrata anche quà e là. Poi ho preso un Fabriano F4 liscio è l’ho sporcato allo stesso modo del bazzil. Da questo pezzo di cartoncino ho ricavato 3 fustellate utilizzando la matrice di Florileges Design Feuillage Souplè . Con la fustella Love it ho ricavato da un avanzo di crepla la scritta you e le lettere M, E, B,B ed F. Ho fatto lo stesso con gli avanzi di cartoncino bianco e ho sovrapposto le fustellate corrispondenti.

Ho quindi Cucito la & con filo da ricamo rosso e assemblato il mio layout inserendo uno spessore sotto la foto.

Per finire ho aggiunto varie decorazioni che avevo in casa e che si abbinavano con i colori e aggiunto qualche timbrata sull’amicizia e la data in cui è stata scattata la foto.

Per chi si chiedesse cosa significa BFF è un acronimo che sta per Best Friends Forever. Vi lascio ora qualche foto di dettaglio del LO.

Spero di avervi ispirati nonostante il caldo!

Alla prossima

Gelsomina

Lezione 1: Conoscere gli Inchiostri

Ciao a tutti

è tempo di vacanze, probabilmente non potrete giocare con  carta e forbici, ma per non farvi sentire troppo la nostalgia dei vostri giocattoli, ho pensato  di intrattenervi con alcune brevi lezioni per spiegarvi meglio come si usano alcuni dei nostri prodotti preferiti o per chiarire alcuni aspetti che li riguardano.

Come prima lezione ho pensato di parlarvi degli Inchiostri.

 

 

Di seguito alcuni appunti che potete stampare e conservare:

 

Ci sono tre categorie di inchiostri:

-Dye: i pigmenti sono interamente disciolti in un liquido

-Pigment: i pigmenti sono delle particelle parzialmente disciolti in un liquido

-Oxide: sono degli inchiostri ibridi, in parte dye ed in parte pigment che in contatto con l’acqua si ossidano.

Alcuni esempi:

Dye Pigment Oxide
Distress Ink Archival Ink Distress Oxide
Distress Oxide Nuvo Hybrid
Memento Versacolor
Staz On
Alcohol Ink

I liquidi sono anch’essi di tre tipi:

-Acqua: sono inchiostri che si sciolgono a contatto con l’acqua, (più o meno a seconda della percentuale d’acqua presente nell’inchiostro). Questi inchiostri vengono assorbiti completamente dai materiali porosi.

-Olio: questi tipi di inchiostri sono resistenti all’acqua

-Solvente: anche se disciolti in un solvente alcolico NON sono tossici. Asciugano rapidamente e non reagiscono con l’acqua. sono adatte a superfici non porose.

Acqua Solvente Olio
Distress Ink Archival Ink Distress Oxide
Distress Oxide Memento
Nuvo Hybrid
Make Art

A seconda della combinazione di questi elementi possiamo capire quali sono le caratteristiche dei vari inchiostri disponibili sul mercato. A queste caratteristiche se ne aggiungono altre: Trasparenza, Opacità, Rapidità di asciugatura, Reazione al sole. TRASPARENTE: sono quegli inchiostri che fanno trasparire il fondo, contrariamente ci sono quegli OPACHI i quali coprono la base su sui si applicano. Mentre gli inchiostri Embossabili sono quelli con un tempo di asciugatura più lungo, cioè in grado ti tenere la polvere fino all’asciugatura.

 

Di seguito ricapitolo alcune caratteristiche degli inchiostri che potete trovare sul sito www.romanticherie.it:

Distress Ink: Dye, a base d’acqua e trasparente. La quantità d’acqua che lo compone fa sì che reagisca con l’acqua. Su superfici porose asciuga in 20 sec. mentre sulle non porose in 15 minuti

Distress Oxide: Oxide, a base d’acqua e coprente. Reagisce con l’acqua. Su superfici porose asciuga in 15 sec su non porose in 6 minuti.

Make Art: Dye, a base d’acqua, trasparenti e reattivi all’acqua. tempi di asciugatura su superfici porose 5 sec e 15 sec sulle superfici non porose.

Archival Ink: Pigment, a base d’olio, opaco, non reagisce con l’acqua. Asciugatura rapida, su superfici porose 30 sec su superfici non porose 5 minuti.

Versamark: Inchiostro a base d’olio, non ha pigmenti quindi trasparente, non reagisce con l’acqua ed è perfetto per l’embossing. Tempo di asciugatura su superfici porose 4 minuti e mezzo.

Nuvo Hybrid: Pigment, a base d’acqua e trasparente. Non reagisce all’acqua e asciuga rapidamente, in 3 sec su superfici porose e 6 min susuperfici non porose.

Memento: Dye, a base d’acqua; è un inchiostro trasparente ad asciugatura rapida.

 

 

 

Spero che queste informazioni vi siano utili, e fatemi sapere la vostra opinione oppure quale prodotto volete approfondire.

A presto

Gelsomina

 

 

Watercolor layout Dreamer of Dreams

Ciao a tutti!

sono Lisa e oggi vi tengo compagnia con questo mio ultimo watercolor layout!

dreamer_layout

Per prima cosa ho tagliato a 30x30cm del cartoncino canson per acquarello e ho effettuato varie timbrate con il versamark pad e della polvere per embossing bianca

dreamer_step1

Con dei colori mists di 13@rts e un pennello a punta tonda ho effettuato la mia colorazione dello sfondo

dreamer_step2

Ho sfumato i colori tra di loto aiutandomi con l’acqua e una volta soddisfatta del risultato ho realizzato anche vari schizzi di colore

dreamer_step3

Su un altro pezzo di carta per acquarello ho timbrato ed embossato dei fiori del set “The Exotics” di Carabelle Studio e l’ho colorato con gli stessi mists di 13@rts

dreamer_step4

Ho in seguito ritagliato questi fiori, e assemblato il mio layout aggiungendo altri abbellimenti e una foto in bianco e nero del mio cucciolo mentre dorme

dreamer_layout1

Tra i vari layers di carte patterned sotto la foto ho aggiunto anche delle cornici timbrate con lo Stazon nero su un foglio acetato con il timbro “Cadres” di Florileges Design….io lo adoro!

dreamer_layout2

dreamer_layout3

dreamer_layout4

Ho ultimato il mio layout aggiungendo paillettes e microsfere dorate, e ho effettuato degli schizzi di colore con lo Splash Ink bianco di 13@rts

Spero di avervi dato qualche ispirazione per i vostri progetti, alla prossima!

Lisa

Simple & Sweet – Layout

Bentornate su questo blog! Oggi sono io, Gina, che vi mostro come ho realizzato una bella paginetta 30 x 30 cm estiva e coloratissima grazie ai materiali presenti nello shop.

Il pad di carte della Fabrika Decoru ‘Summer Holiday’ mi ha letteralmente conquistata con i suoi colori e le sue fantasie e mi ha ispirata nel creare un LO con le foto della mia bimba di qualche estate fa.

Ed ecco la mia paginetta.

Innanzitutto sono partita scegliendo la patterned che avrei usato per lo sfondo (la bianca a righe nere) e su quella poi ho creato un po’ di movimento ritagliando da un’altra carta (quella con i cerchi gialli) un motivo da posizionare in verticale sul lato sinistro. Per alleggerire il tutto ho eliminato i pezzi romboidali tra un cerchio e l’altro.

Creata la base poi tutto il resto è venuto da sé. Ho inserito la stessa foto in formato 7×10 cm, ma una a colori e l’altra in bianco e nero.

A destra della seconda foto ho realizzato un cluster ritagliando i soggetti dal foglio bonus presente nel set di carte.

A sinistra poi ho inserito dei fiori, sempre ritagliati dal foglio bonus, dopo aver strappato un pezzetto dalla patterned a righe.

Ho infine ultimato la pagina aggiungendo il puffy sticker (per il titolo) e i die-cuts (i fiorellini) che appartengono alla collezione ‘Simple & sweet’ della Pinkfresh.

Spero che, grazie al mio Layout abbiate scoperto (se non la conoscevate già) una bella collezione di carte perfetta per i vostri progetti estivi, freschi e colorati!

Di seguito la lista dei prodotti utilizzati:

E per oggi è tutto. Al prossimo post!

Gina