Una cornice e un mini in valigia

Dopo la pausa estiva noi del DT siamo pronte a ricominciare con tanti nuovi progetti tutti per voi ed oggi tocca a me darvi un’idea per le vostre creazioni!

Io ho avuto un’ estate alquanto difficile e dolorosa e quindi non ci sono state vacanze per me e la mia famiglia ma, nonostante questo, come progetto ho voluto comunque realizzare qualcosa che mi ricordasse la solarità e la spensieratezza di questa stagione.

Il mio progetto è un mix di creazioni. Si struttura come una valigia che al suo interno contiene una cornice e un mini-album. Curiose?

Ed ecco cosa viene fuori quando si apre la valigia. Nella parte superiore ho realizzato una cornice utilizzando la fustella Happy Frame di Modascap, mentre nella parte sottostante ho inserito un mini che…

… si può staccare perché unito alla base con dei pezzettini di velcro, scoprendo infine un terzo elemento che è una bustina in cui inserire il racconto di questa gita fatta la scorsa estate o altre piccole foto che non ho messo all’interno del mini.

Ma ora vediamo un po’ più da vicino il mini-album. Sono partita da una striscia di carta di 4” 1/2 x 12” che ho diviso in tre parti (aletta a sx, parte centrale e aletta a dx) e su cui ho realizzato le pagine utilizzando ritagli di carte a mo’ di flip flap.

Mi è piaciuto inserire le cannucce di carta ai lati della struttura facendo passare al loro interno degli elastici colorati. Qui sotto la cannuccia ha uno scopo puramente estetico,

mentre qui invece le cannucce servono a rilegare le pagine che si trovano sull’aletta a destra.

Ecco ora una carrellata di foto del mini. Come decorazioni ho utilizzato, oltre agli stickers e ai die cuts di Pinkfresh, tutti gli elementi da ritagliare contenuti nel foglio bonus del pad di carte.

Qui potete vedere meglio come si struttura il mini nelle sue tre parti.

Una striscia di vellum copre la foto.

Ed eccoci giunte alla fine di questo post. Spero sia stato di vostro gradimento e una fonte d’ispirazione per i vostri progetti futuri.

Di seguito i prodotti presenti nello shop usati per questo progetto:

Al prossimo post,

Gina

Dream to Fly – Pocket Book

Ciao e bentrovate! Oggi sono qui a mostrarvi il mio progetto con le bellissime carte firmate ‘Romanticherie’ disegnate da Eleonora Falasco.

Quello che ho realizzato è un Pocket Book, una struttura con due tasche belle grandi, adatta sia per un Mini Album che per una Happy Mail.

All’interno delle tasche ho inserito delle bustine fatte con l’Envelope Punch Board che, nel mio caso, serviranno a contenere dei regalini per chi riceverà questa Happy Mail.

Per realizzarle bisogna partire da un pezzo di carta che misura 17,9 cm x 17,9 cm e dare la prima punchata e cordonatura a 9,8 cm.

Quest’altra bustina invece è realizzata con l’acetato e conterrà la lettera per la mia Pen Pal.

Eccole viste un po’ più da vicino..

Le patterned sono state contornate a mano da una penna gel nera a punta fine e arricchite da qualche schizzo di acrilico nero.

Qui di seguito troverete gli schemi per realizzare la struttura di base e le due pockets.

Per la struttura io ho preferito attaccare le tre parti su un foglio adesivo trasparente, ma nulla toglie che si possano rivestire i tre cartoncini con un foglio bianco su cui poi si potranno incollare le patterned.

Per le pockets, occorrono due pezzi di cartoncino bianco, uno per la parte superiore e uno per quella inferiore. Per la chiusura io ho utilizzato del velcro.

A questo punto non resta che cordonare, incollare e assemblare le tasche.

N.B. Per tutte le patterned che rivestono le parti bianche della struttura e delle tasche, bisogna considerare sempre 1/4 di pollice in meno rispetto alla misura della base su cui bisogna attaccarle.

Ecco tutti i prodotti presenti nello shop usati per questo progetto:

Spero che il mio ‘Pocket Book’ possa esservi d’ispirazione per i vostri progetti futuri, perché è una struttura molto versatile che si presta a mille utilizzi!

Gina

Sleigh

Qualche giorno fà vi ho mostrato le mezze sfere che ho preparato per il mercatino della scuola, siccome la scuola prevede una bancarella per ogni classe ho dovuto realizzare un’altra serie di decorazioni visto che le figlie sono due!!

Allora ho provato a sviluppare un prototipo che avevo abbozzato qualche tempo fà per delle decorazioni per il mio albero di Natale ancora incompiute, naturalmente il tutto mantenendo i costi bassi o magari riciclando materiale già accumulato.

Per realizzare queste slittine ho utilizza dei comuni abbassalingua, 4 per la base e due per le sci. Dipinti con colori acrilici diluiti. Sulle slittine rosse, ho realizzato una ghirlanda con uno scovolino puliscipipa verde, ed un nastrino rosso, mentre la scritta è ricavata con una fustella kaisercraft da un foglio oro metallizzato.

Sulle slitte blu, ho realizzato i fiocchi di neve con uno stencil, ed ho aggiunto una fustellata a fiocco di neve da un foammy glitterato. La scritta l’ho tagliata con la stessa fustella da un pezzo di nastro adesivo di alluminio.

E’ un lavoro divertente anche da fare con l’aiuto dei bambini, noi ci siamo divertire 😉

Alla prossima

Gelsomina

Under the Mistletoe

Cosa potrà mai accadere sotto il vischio? Beh baci a profusione!! Una bellissima tradizione natalizia ed ottima scusa per rubare un bacio a qualche reticente . Per ispirare i lettori del blog ASI come membro del DT e per suggerire ai più duri di comprendonio cosa si deve fare quando si passa accidentalmente sotto qualche ramo di questo sempreverde, ho realizzato delle mezze sfere da appendere all’albero, usando una collezione di timbri che ha proprio questo come tema “under the mistletoe” di Penny Lane.

Ho timbrato su cartoncino Canson liscio da 220gr con Archival Ink e poi ho colorato i soggetti con i prismacolor. Una volta finita la colorazione, ho usato dell’olio alle mandorle ed un pennellino per sfumare meglio i colori tra di loro.

Ho aggiunto dei glitter e paillettes per dare un po’ piè di luce

Alcuni soggetti li ho fustellati a cerchio, altri li ho ritagliati lungo i contorni e montati sovrapponendo cerchi e/o centrini con carte a tema.

Infine ho incollato una mezza sfera di plastica. Potete decorare il vostro albero o fare piccoli pensieri agli amici. Queste saranno vendute al mercatino della scuola delle mie bimbe per comprare materiale didattico extra.

Spero di avervi ispirato

A presto

Gelsomina

Mini in a Jar – Parte 2

La scorsa settimana vi ho mostrato la Jar, ed ora vi mostro ciò che contiene. In realtà nessuna sorpresa visto il titolo del post, comunque ecco il contenuto:

Il mini è un ring album formato da diverse Tag. Le tag sono tagliate su misura per permettere l’inserimento nel barattolo. Ogni pagina è formata dalla sovrapposizione di tre cartoncini in modo da conferire una certa pesantezza alla pagina permettendo di pastrocchiare senza deformare la carta.

Visto il contenitore non ho esagerato col layering e non ho inserito elementi troppo spessi.

Ho utilizzato:

Allora vi è piaciuto??

Alla prossima

Gelsomina

Mini in a Jar – Parte 1

Sono sempre alla ricerca di spunti e di idee originali, non mi accontento delle solite cose. Questa volta ho voluto reinterpretare un’idea della bravissima Karola Witczak  della quale mi sono innamorata a prima vista.

dal gusto Shabby, questo è solo un contenitore. Naturalmente il barattolo non nasce per questo scopo, originariamente conteneva una nota marca di maionese. Ma vi lascio ad altre foto:

Per realizzare questo progetto ho utilizzato la bellissima collezione Sage and Grace di Kaisercraft e qualche altra fustellina, in particolare:

Vi lascio con un po’ di suspance in merito a ciò che contiene…

Alla prossima

Gelsomina

Ocean Heart

Sull’onda della sfida proposta qualche giorno fa sul blog ASI, ho realizzato un cuore mixed media che, sia nei colori sia nei materiali richiama l’oceano:

Materiali:

  • Un pezzo di cartone da imballaggio
  • Gesso
  • Malta sabbiata
  • Acquerelli
  • Colla a caldo
  • Colla vinilica
  • pennello
  • spruzzino d’acqua
  • Garza
  • Sassolini
  • Conchiglie
  • Stella marina
  • Charm ad ancora
  • Spago

L’ho realizzato ritagliando da un pezzo di cartone un cuore. Ho strappato un po’ di copertura per far uscire l’ondulato e ho ricoperto il tutto con gesso. Ho sfilacciato un pezzo di garza e l’ho incollata con colla a caldo. Ho nuovamente passato del gesso insistendo sulla garza. Ho quindi incollato le conchiglie, i sassolini,una piccola ancora è aggiunto qui e lì della Malta sabbiata. Ho passato di nuovo tutto col gesso.

La colorazione è realizzata con gli acquerelli. Ho creato delle zone d’ombra sotto le conchiglie col marrone e poi ho colorato il resto con un bel blu, diluendo il colore con l’aiuto di uno spruzzino d’acqua e sovrapponendo più strati. Ho aggiunto lo spago, la stella Marina e la frase motivazionale.

Pochi materiali e tanta fantasia, spero di avervi ispirato, alla prossima!

Gelsomina