Follow your Heart

La mia assenza è dovuta alla mia mancata produttività, che a sua volta è dovuta al caldo. Già l’istinto di sopravvivenza offusca la mia creatività. Ma l’altra sera complice un temporale estivo sono riuscita a fare qualcosa in occasione della sfida mensile del blog ASI. La sfida consiste nell’interpretazione di uno sketch ed io l’ho interpretato realizzando questa card.

La base è un Bazzill Lagoon, poi su un Bazzill bianco ho realizzato delle macchie e delle timbrate con i Distress ink Peackock Faethers e  Evergreen Bough. ho sovrapposto due avanzi di carta in tinta (Wildflower di Kaisercraft) inserendo uno spessore per creare tridimensionalità.

Dei fiori, stickers, etichette e sentiment completano la card.

Alla prossima e Buone Vacanze

Gelsomina

 

Make Your own path

In rete ho visto bellissimi album le cui copertine sono delle vere e proprie porte, e prima di cimentarmi nella loro realizzazione ho voluto realizzare un piccolo prototipo diventato poi una card.

Ho simulato la bugna della porta ritagliando da un pezzo di cartoncino gli elementi sporgenti. Poi usando un vecchio pennello con le setole dure e spampanate ho steso del gesso creando delle striatura a verso. Una volta asciutto ho dipinto i vari elementi con colori acrilici che ho sfumato tra di loro con la tecnica bagnato su bagnato. Ho usato grigio Tortora, lilla e violetto. Ho evidenziato i solchi strofinando un po’ di bianco.

Ho quindi timbrato i fiori (fleurs en boutons di Florileges Design) con archival ink nero su cartoncino liscio bianco e su vellum. Ho colorato i fiori con gli stessi colori usati per la porta sovrapponendo vari strati di colore dal più diluito al più denso.

Ho quindi ritagliato e creato la composizione

Come tocco finale ho simulato toppa è chiave modificando alcuni charm. Qualche spruzzata di nero e di bianco completano l’effetto.

Spero di avervi ispirato e presto inizierò la realizzazione dell’album di cui vi parlavo all’inizio.

A presto

Gelsomina

Enjoy everyday Enjoy life

Dopo tanto eccomi di nuovo alle prese con una card!

E’ stato molto rilassante prepararla perchè l’ho realizzata con la mia tecnica preferita, col mixed media, nello specifico pasticciando con i colori!!

Ogni elemento della card era in origine un cartoncino bianco!!

Come ho fatto? Facile!! Allora ho preso un cartoncino liscio, su questo ho sparso i pigmenti idrosolubili Magical Shaker. Ho usato Afternoon Delight Denim, Time Travel Teal e Cowabunga Copper. Li ho attivati sprizzando dell’acqua e poi ho fatto colare i colori amalgamandoli tra loro muovendo il cartoncino. Ho quindi asciugato con l’embosser e assorbito l’eccesso d’acqua con un fazzoletto.

Ho timbrato quà e là con dell’Archival nero usando il nuovo timbro Mini texte mouchete di Florileges, il timbro Poit avec des point di Carabelle ed il tappo di una bottiglina. Ho quindi iniziato a preparare il sentiment, timbrandolo ed embossandolo a caldo con la polvere trasparente della NUVO. Poi ho diluito del pigmento Afternoon Delight Denim e colorato tutto il cartoncino lasciando così la scritta evidente. L’ho poi fustellata con a cerchio, mantenendo il negativo. Ho tagliato un altro cerchio dal vellum, e ho fustellato un foglietto con la fustella notepad di Kaisercraft.

Ho quindi fatto delle timbrate usando il timbro di florileges feuillage Esquisè con inchiostro blu le ho ritagliate. Infine ho costruito il cluster usando degli spessori per conferire tridimensionalità. Per rendere il fondo piò unteressante ho steso con una spatolina del gesso bianco in alcuni punti, Ho schizzato il tutto con acquerello blu ed uniposca bianco; infine ho aggiunto qualche elemento in acrilico e degli enamel.

Trovate tutti i prodotti elencati su http://www.romanticherie.it .

Spero di avervi ispirato!

A presto

Gelsomina

Festa della Mamma

La primavera è nel suo pieno (anche se sembra Estate) e si avvicina la Festa della Mamma. Per chi non è solito esternare i propri sentimenti, questa potrebbe essere l’occasione per sorprendere la propria mamma, non dandola per scontata. Si si sa, la mamma c’è sempre, ma un riconoscimento le fà sempre piacere.

Io per l’occasione, ed in verità anche per il post sul blog ASI di cui sono DT Member, ho preparato una card romantica, realizzata in mixed media stile shabby

La card è realizzata con un cartoncino Kraft, su cui ho creato una texture di triangoli con uno stencil Triangles della Dutch Doobadoo e la Modelling paste della 13@arts. Poi ho diluito del gesso bianco con acqua e schizzato.

Ho sporcato un timbro con puntini di Carabelle Studio col gesso diluito e timbrato qui e lì, ho ripetuto con inchiostro nero. Ho aggiunto altre timbrate in nero usando un timbro con scritte. Con l’aiuto di un acetato ho macchiato il cartoncino con Distress Ink Peacock Feathers.  Ho quindi assemblato gli abbellimenti sovrapponendo una griglia realizzata con la fustella Fine Grille di Florileges, della garza, delle foglie tagliate con la fustella Forest Leaves di Prima, un gessetto e dei fiori realizzati a mano con della crepla bianca. Infine un avanzo di fustellata e qualche perla. Con il pennello asciutto sporco di gesso sono andata a riempire gli spazi che risultavano troppo vuoti.

Per altre ispirazioni andate a visitare il blog asi!

Alla prossima ispirazione!!

Gelsomina

AlphabetiCard L: Lollipop Card

Nuovo capitolo del nostro viaggio attraverso le strutture delle card , la lettere estratta questa volte è la “L”, come lollipop card!!

Letteralmente Card a lecca lecca, vista la sua forma e la presenza dello stecco. Ci sono varie versioni di questa struttura, più o meno ricche. Solo la fantasia pone dei limiti”

Io vi mostro un paio di versioni, la prima ha come elemento decorativo principale una fustellata, e l’altra con una piccola girandola. In alternativa potete posizionare una timbrata colorata o una foto.

 

In questa versione sul retro ho inserito una vera e propria card dove scrivere il nostro augurio:

   

Questa seconda versione, dai colori più tenui è stata usata come partecipazione per un battesimo

 

 

Vi lascio al brevissimo e semplicissimo video tutorial:

Alla prossima

Gelsomina

AlphabetiCard E: Explosion Card

Rieccomi riemersa dalle scatole e dagli scatoloni che hanno caratterizzato queste ultime settimane. Infatti per chi non mi avesse seguito, sono stata presente ad HobbyShow Roma prima, ed al Nazionale ASI a Verona poi. Settimane piene di lavoro, ma anche piene di sorrisi, risate amiche vecchie e nuove, incontri inaspettati. Ma di questo vi parlerò più in là adesso le emozioni sono troppo vivide e forti, si accavallano le une alle altre e non riesco a raccontarle.

In tutta questa baraonda non ho dimenticato il nostro appuntamento con le card e le loro strutture, con un po’ di ritardo rispetto alle previsioni vi presento la lettera E la Explosion Card.

Io ho preparato due versioni della card, una per San Valentino, ormai trascorso, e l’altra generica.  La struttura si presta per molteplici usi, anche per compleanni ed altre liete ricorrenze. Ma basta chiacchiere, vi lascio con le foto ed il video, vi ricordo che avrete tempo fino alla mezzanotte del 9 marzo per postare nel gruppo Romanticherie Club la vostra interpretazione!!!

Questa è l’altra

Infine il video, buon divertimento:

Alla prossima

Gelsomina

Alphabeticard I: Inlay Card

Eccoci al secondo appuntamento con il nostro speciale alfabeto, se non sapete cos’è AlphabetiCard vi invito a leggere la pagina raggiungibile dal menù qui sopra. Quest’oggi vi mostrerò una tipologia di card molto bella che richiede soprattutto tanta pazienza, non è particolarmente difficile, m richiede un lavoro certosino.

Questa struttura si chiama Inlay Card perchè mescola due o più carte sul medesimo pian, l’una dentro l’altra.

Il procedimento come vi ho già detto, è molto semplice, si tratta di fustellare la medesima forma su due cartoncini diversi e poi invertire le fustellate negli “avanzi” di carte. Creando così un effetto Puzzle.

Prima di lasciarvi al video vi lascio altre foto di questa card realizzata con un bazzill bianco, un foglio della collezione Palm Beach ed una scritta Yuppla.

Nella realizzazione di questa card, visto che non ero molto certa di come dovesse venire ho fissato i vari pezzi su un normale foglio bianco da stampante, che poi ho ritagliato della misura che più mi piaceva e poi l’ho fisssato su un cartoncino oro che ha fatto da mattatura.

Ecco il video:

Prima di lasciarvi vi mostro un’altra card con la stessa tecnica:

Bene per questa volta è tutto, ci vediamo martedì per la prima estrazione, e aspetto numerose le vostre Inlay Card

Gelsomina