Lezione 5: Metodi dello Scrapbooking

Per poter spiegare quali sono i vari modi di fare scrapbooking è necessario rivedere la definizione di scrapbooking e un po’ di storia.

Lo scrapbooking:  è il metodo per preservare i ricordi personali e/o di famiglia. Questo metodo include memorabilia, come fotografie, carta stampata, articoli, ritagli, disegni fatti a mano ecc.

Vi lascio con la lezione:

Ecco gli appunti schematizzati:

 

e alcuni esempi di primordiali scrap album:

Alla prossima lezione

Gelsomina

Life is better with Friends

È decisamente scoppiata la mia passione per il layout!! Lo testimonia il fatto che in poco più di un mese ho portato a termine ben 3 progetti (e ne ho iniziato degli altri!!!)

Sono partita da un foglio effetto legno della nuova collezione di Florileges “la maeson de Jeanne” e con i Distress ink ho creato i raggi colorati aiutandomi con un foglio per creare i bordi netti.

Giocando con i negativi ho creato le 5 tag con delle fustelle piccole. Ho segnato i punti in cui avrei fermato le tag e poi ho schizzato tutta la superficie con dell’inchiostro bianco. Ho timbrati qua e là con inchiostro nero e un timbro testo.

Macchiate le tag con gli inchiostri diluiti con acqua e l’aiuto di un pennello. Fate colare il colore in grosse gocce. Ho quindi riposizionato le tag e le ho fermate con un goccio di colla, ho quindi realizzate le cuciture una delle quali sormonta tutte le tag. Ad ogni tag ho aggiunto del twine in tinta.

Tips & Tricks: se non avete il twine di un colore preciso, tingete con l’inchiostro un filo spesso di cotone bianco.

Ho quindi aggiunto degli abbellimenti sulle tag in tinta con i colori del fondo è un elemento in legno al naturale su ognuna. Ho aggiunto delle etichette adesive e usato i bordi per creare una decorazione geometrica sotto la foto. Ho mattato la foto con carte colorate e aggiunto il titolo.

Ho infilato un’ultima tag dietro la foto nella quale ho inserito il journaling.

Infine ho aggiunto paillettes colorate qui e lì.

Tips & Tricks: non buttate il foglio che avete usato per mascherare l’inchiostro sarà perfetto per la mattatura.

Vi lascio ora a delle foto di dettaglio:

Prodotti utilizzati:

Spero di avervi ispirato

Alla prossima

Gelsomina

Lezione 4 : Approcciare un LayOut

La lezione di oggi parla di Layout, non parleremo di nozioni tecniche ma di linee guida che ci indichino la strada da seguire quando si decide di progettare e realizzare un layout.

Molti dei concetti di cui vi parlerò a molte di voi verranno già naturali, ma conoscerli e compresi semplificheranno ulteriormente la vita di una scrapper 😉

 

Ecco gli appunti di questa lezione che ho schematizzato per voi

Spero abbiate trovato interessante la lezione, sono a disposizione per eventuali chiarimenti o curiosità

Alla prossima

Gelsomina

 

 

Splash Cards

I fiori sono da sempre la mia passione pur non avendo ahimè il pollice verde! Fortunatamente il mondo craft mi mette a disposizione mille modi di godere della bellezza dei fiori senza incappare dello spiacevole inconveniente dovuto alla mia poca propensione ad annaffiare i fiori. Uno dei modi che preferisco per stare a contatto con i fiori è quello che mi viene offerto dai Timbri.

Oggi vi mostro come ho realizzato delle semplici e delicate cards con dei timbri Florileges ed una colorazione veloce ma d’effetto realizzato usando i colori spray della 13@rts  che ci fà tornare bambini… Credo però che sia più facile mostrarvi come le ho fatte piuttosto che descriverlo 😉

Ecco un breve video :

Di seguito alcune foto di dettaglio e la lista dei materiali utilizzati:

Prodotti Utilizzati

Alla prossima

Gelsomina

Lezione 3: Rilegature

Ciao a tutti e bentrovati a questa nostra breve lezione di scrapbooking. Stavolta non vi parlerò di prodotti ma di Rilegature. Faremo una carrellata tra i vari tipo di rilegatura (i più diffusi) in modo da avere sotto mano un suggeritore per i nostri progetti.

 

Riassumendo,  possiamo dividere i tipi di rilegatura in 2 famiglie:

  • che prevedono l’ausilio di componenti ad hoc
  • che si basano dell’ausilio della sola carta

Ma quale è meglio scegliere? Beh dipende dall’album che volete realizzare, da quante pagine deve contenere, che tipo di decorazione farete (e quindi che spessore avrà).

Sicuramente i più versatili sono i meccanismi ad anelli meglio se anelli liberi, se l’album è troppo grande si sostituisce facilmente. Altrimenti la cosa migliore è farsi un’idea delle rilegatura che si vuole adottare, fare le pagine ed infine costruire la rilegatura più adatta alle pagine che si è realizzato. Così si avrà da subito la corretta dimensione dello spessore dell’album e delle decorazioni così da calibrare opportunamente la rilegatura scelta.

 

Spero di esservi stata d’aiuto

 

 

Summer 2019

Oggi vi presento un layout che può essere reinterpretato in mille modi diversi, complicandosi la vita come ho fatto io creando tessere complesse o stravaganti, oppure portarlo a linee più semplici. L’idea di questo layout parte da un’iniziativa spontanea nel gruppo facebook Scrappiamo Insieme  e l’entusiasmo delle partecipanti e la versatilità del layout mi hanno convinta a provare.

Questo sketch si presta anche per l’utilizzo dei mille mila ritagli di carta che si accumulano nelle nostre scrap room.

Per la realizzazione di questo layout ho scelto di inserire tre foto che riassumono la mia vacanza. Poi ho utilizzato:

Molto pazientemente ho cucito tutti i riquadri, vi lascio a foto di dettaglio sperando che vi siano di ispirazione:

   

 

Buon divertimento ed alla prossima

Gelsomina

Lezione 2: Paste, Mousse e Gel

Oggi vorrei parlarvi di Paste, Mousse e Gel. Questi sono prodotti a base d’acqua utilizzati tipicamente per realizzare texture ed effetti 3D.

 

La differenza principale tra questi prodotti è la consistenza, esistono in diverse colorazioni e diverse granularità.

Le paste sono morbide e consistenti, come il dentifricio, tendono a mantenere la forma che viene data loro. Tipicamente la paste è liscia ma ne esistono diverse versioni con all’interno sabbie di diversa granularità che gli conferiscono effetti particolari, vengono denominate Pasta neve o Pasta sabbiata a seconda della dimensione delle particelle. Con le paste di ottengono immagini più definite usate con lo stencil, in quanto morbide ma non liquide. Alcune marche propongono le paste anche in nero o trasparenti. Sia quelle bianche che quelle trasparenti possono essere colorate miscelandole con colori a base d’acqua o pigmenti idrosolubili.

Le mousse hanno un aspetto più morbido e gonfio. La loro consistenza è la motivazione per cui molto spesso si trovano colorate con colorazioni metallizzate, questo perchè la consistenza fà si che i pigmenti che determinano gli effetti di luce non si separino dal resto del composto, anche per questo hanno effetti splendidi anche su fondi scuri. Anche le mousse hanno un aspetto definito e nitido con lo stencil, inoltre possono essere stesi sulle superfici sia con le dita che a pennello, talvolta diluiti con un po’ d’acqua.

Infine abbiamo i Gel, sono tipicamente trasparenti con la consistenza gelatinosa. I gel che si usano per le texture sono i gel medium.  Questi nascono in realtà per un altro scopo deducibile da nome stesso “medium”. Infatti si utilizzano per isolare i vari strati di colore in un lavoro, per evitare che le varie sovrapposizioni si mescolino tra di loro compromettendo il lavoro.

Sul mercato esistono molte case che le producono e molte categorie di prezzo, questo perchè è un prodotto utilizzato nello scrap ma anche in altre tecniche decorative sia a livello amatoriale che a livello professionale. i prodotti possono essere applicati con le spatole, i pennelli in silicone o anche con vecchie carte di credito. Si possono ottenere effetti particolari con l’uso di appositi applicatori oppure utilizzando attrezzi di uso quotidiano come i pettini i seghetti di plastica delle pellicole che permettono di realizzare solchi e righe di diverse grandezze.

Di seguito la foto con le diverse prove:

Per oggi è tutto,

alla prossima

Gelsomina